Villa Pisani Bonetti a Bagnolo di Lonigo - Navigazione
 

Villa Pisani Bonetti a Bagnolo di Lonigo (VI)

VILLA PISANI BONETTI
A BAGNOLO DI LONIGO
ARCHITETTO ANDREA PALLADIO
SEC XVI

 

LA VILLA

ARTE CONTEMPORANEA A VILLA PISANI

LE MOSTRE DI VILLA PISANI 1995-2006

EVENTI
PUBBLICAZIONI
ASSOCIAZIONE CULTURALE
DIDATTICA
CONTATTI
 

Progetto Arte Contemporanea a Villa Pisani:
David Tremlett: 26 giugno - 13 novembre 2010

DAVID TREMLETT

Immagini Esposizione - Critica - Catalogo Mostra (formato .pdf)

Francois Morellet: 21 Giugno - 8 Novembre 2008 Bruno Querci David Tremlett

Coordinatore progetto
Luca Massimo Barbero
Curatore mostra
Francesca Pola
Organizzazione
Associazione Culturale
Villa Pisani Contemporary Art
in collaborazione con
A arte Studio Invernizzi

Villa Pisani a Bagnolo di Lonigo - Architetto Andrea Palladio torna all'inizio pagina

Manuela Bedeschi e Carlo Bonetti
Fare un programma a lungo termine è cosa ambiziosa, ardita e faticosa, ma riuscire a realizzarla nel tempo ripaga largamente dell’impegno con una soddisfazione rassicurante e consolatoria. È con questo tipo di piacere che presentiamo l’edizione di quest’anno del programma “Arte Contemporanea a Villa Pisani” con gli artisti Bruno Querci e David Tremlett. L'insostituibile appoggio dell’amico Luca Massimo Barbero, che malgrado i suoi tanti e importanti impegni continua a rivolgere un’occhiata affettuosa a questo piccolo angolo di campagna, ci aiuta a ricordare che “Civiltà della Villa Veneta” può essere ancora un termine attuale e significante anche con l’aiuto di proprietà storiche vissute con spirito contemporaneo.
Ancora una volta grazie a tutti quanti ci accompagnano in questo cammino.

Villa Pisani a Bagnolo di Lonigo - Architetto Andrea Palladio torna all'inizio pagina


Manuela Bedeschi e Carlo Bonetti
Planning a long-term programme is an ambitious, audacious, and exhausting task, but managing to put it on in time more than compensates the effort, and it offers reassuring and consoling satisfaction. It is with this pleasure that we are presenting this year’s “Arte Contemporanea a Villa Pisani”
programme with the artists Bruno Querci and David Tremlett. The assistance of our friend Luca Massimo Barbero has been truly invaluable and, despite his many important engagements, he has continued to turn his affectionate attention to this little corner of the
countryside, helping us bear in mind that the concept of the “Civiltà della Villa Veneta” (Culture of the Venetian Villa) is still as topical and meaningful as ever, now with historical estates acquiring a new, contemporary spirit.
Our thanks go once again to all those who have accompanied us along our way.

Villa Pisani a Bagnolo di Lonigo - Architetto Andrea Palladio torna all'inizio pagina

Luca Massimo Barbero
Palladio: luoghi ideali di una tradizione futura

“Arte Contemporanea a Villa Pisani” celebra quest’anno la sua quarta edizione: sin dai suoi inizi, questo progetto ha inteso vivere nella sfida di ricreare sul territorio una vocazione alla continuità che avvicina committenze, private e pubbliche, per dare vita a occasioni, non effimere ma permanenti e ricorrenti, di incontro e riflessione sull’identità del presente. Dopo quattro anni, siamo felici che questi appuntamenti stiano diventando una presenza quasi tradizionale, un seme che si sta radicando sempre più nel territorio ed entra in dialogo anche con il circuito di esperienze degli artisti più giovani.
Realizzando l’auspicato e fecondo incontro tra antico e contemporaneo, tra continuità e innovazione, caratteristico di questo luogo straordinario che è il Veneto, raccolto attorno uno dei suoi vettori identitari: la villa palladiana. Da subito abbiamo pensato, desiderato e inteso costruire questa continuità. Vedendomi, seppur con un naturale rammarico, chiudere l’esperienza di C4 Centro Cultura Contemporaneo Caldogno, unica e pilota nel territorio nazionale, partita proprio da questo Veneto, riconosciamo in Villa Pisani, e così in altre realtà che qui crescono parallele, come quella di Castelfranco, e che attecchiscono proprio
grazie a quella semina, la grande proposta di questa regione che riesce ad avere nel privato non soltanto un promotore, ma anche un interlocutore attivo e tenace, capace di determinare contesti di eccellenza, attraverso associazioni e gruppi che hanno saputo costruire relazioni propositive e continuative con la Regione Veneto e il pubblico. Sempre più vediamo infittirsi quella rete, che alcuni anni fa, proprio in occasione del quinto centenario della nascita di Andrea Palladio, descrivevamo in queste pagine come “costellazione del contemporaneo”, che proprio sulla mappa ideale tracciata dall’opera del grande architetto rinascimentale, possa ricreare e attivare nuovi percorsi di esperienza per il presente e il futuro. Proprio a partire dall’energia del privato insieme all’istituzione pubblica, il Veneto ha riconosciuto nel contemporaneo in dialogo con la storia dell’arte, dell’architettura, dell’urbanistica e del territorio, una traccia percorribile per collocare e orientare la propria cultura, tutta, in una direzione originale, regionale ed europea allo stesso tempo.
A Villa Pisani, la felice alternanza e costante dualità degli artisti scelti ad ogni nuova occasione per misurare la propria creatività e propositività con questo edificio straordinario, permette di vivere non tanto la genericità e spettacolarità del contemporaneo, quanto piuttosto la specificità e rilevanza di alcuni suoi aspetti: chiavi di significato, che dimostrano la possibilità di incidere e determinare, positivamente, nella volontà di confronto tra passato e presente, una crescita condivisa delle identità ora sempre più concretamente possibili del territorio.
Le opere di Bruno Querci, con le loro fasce ortogonali che ritmano le spazialità dell’edificio palladiano, sottolineano in questa occasione proprio la dimensione ideale e originaria della sua architettura. La sua planimetria e i suoi volumi di luce vengono interpretati in una relazione di proporzione esatta e al tempo stesso vibrante, che invita il visitatore a riconoscere in Villa Pisani uno spazio che di volta in volta non solo si relaziona con le dimensioni e i concetti del lavoro contemporaneo, ma, grazie all’artista che in essa interviene, assume e assorbe una energia nuova, che continua a confermare la sua vitalità e ne sancisce così l’attualità continua, possibile e futura.


Luca Massimo Barbero
Palladio: Ideal Places of Future Tradition

In 2010, “Arte Contemporanea a Villa Pisani” is celebrating its fourth year. Right from the outset, the aim of this project has been to take up the challenge of restoring to this land its natural flair for continuity. It is doing so by gathering together public and private patrons who can bring about real opportunities for encounter and reflection on the identity of the present, while making these events permanent and recurrent rather than ephemeral. And indeed, four years later, it gives us great pleasure to see that these events have indeed become almost a tradition - a seed that is plunging its roots deeper into the territory and interacting also with the experience of younger artists. It is bringing about this most auspicious and rewarding meeting of ancient and contemporary, and of continuity and innovation - which has always been a characteristic of this extraordinary land, Veneto - around one of the key aspects of its identity: that of the Palladian villa.
From the beginning, we decided, wished, and were determined to create this continuity. Even though to understandable regret, the unique experience of C4 Centro Cultura Contemporaneo Caldogno came to an end. It was a forerunner in Italy, and it started up right here in Veneto, but we can see how Villa Pisani, together with other centres like the one in Castelfranco, are putting down roots thanks to that original seed. It is a great contribution by this region, which manages to find in the private sphere not only a promoter, but also an active and tenacious partner capable of creating centres of excellence through associations and groups that have built up solid, proactive relations with Regione Veneto and with the public. We increasingly see this network gaining strength and, just a few years ago, on the occasion of the fifth centenary of the birth of Andrea Palladio, we described it in
these pages as a “constellation of the contemporary” and we saw how, on an ideal map of the works of the great Renaissance architect, it would be possible to recreate and bring to life new itineraries and experiences for the present and future. Coupling the energy of the private sector with that of the public institutions, Veneto has mapped out a path that can be followed in the contemporary world by interacting with the history of art, architecture, town planning, and the territory, in order to position and take forward all its culture in a new direction, which is at once regional and European.
The inspired alternation and constant dualism of the artists, who on each occasion have been chosen to take on this extraordinary building with their own creativity and dynamism, makes it possible to experience not so much the generic and spectacular nature of the contemporary as the particularities and relevance of some of its aspects. These are keys to understanding, showing how a wish to bring about constructive confrontation between past and present makes it possible to make an impact and bring about consensus and growth in the increasingly possible identities of this land.
With their orthogonal bands giving rhythm to the spatial dynamics of the Palladian villa, Bruno Querci’s works put the spotlight on the original, ideal dimension of its architecture. Its layout and volumes of light are interpreted in a relationship of proportion that is precise and yet vibrant, inviting the visitor to perceive a space in Villa Pisani which not only relates to the dimensions and concepts of this contemporary work but that also, through the artist, manages to acquire and absorb new energy, continuing to confirm its vitality and thus endorsing its continuing relevance, both potential and future.

stampa pagina Stampa pagina

Villa Pisani a Bagnolo di Lonigo - Architetto Andrea Palladio torna all'inizio pagina

ARTE CONTEMPORANEA A VILLA PISANI
Via Risaie, 1 36045 Bagnolo di Lonigo (Vicenza)
Tel. 0444 831104 Fax 0444 835517
villapisani.mostre@alice.it - www.villapisani.net